Andrea Palladio un uomo che ha reso grande il Veneto e Vicenza

Andrea Palladio fu l’architetto più importante del Rinascimento. Durante la Repubblica di Venezia progettò numerose ville, chiese e palazzi, questi ultimi prevalentemente a Vicenza, dove si formò e visse.
Il suo stile richiama i principi dell’antichità classica greco-romana.
Nel 1570 pubblicò “I quattro libri dell’architettura” che influenzarono profondamente lo stile in molti edifici nel mondo; tra i più importanti la Casa Bianca a Washington, Chiswick House a Londra, Castletown House in Irlanda.
Palladio nacque a Padova il 30 novembre 1508 da una famiglia di mugnai, con la quale si trasferì a Vicenza nel 1523 dove lavorò come scalpellino su pietra.
Fu fondamentale l’incontro con il conte vicentino Giangiorgio Trissino dal Vello d’Oro, che vide nel ragazzo le enormi potenzialità prendendolo così sotto la sua protezione.
Costui lo guido’ nella sua formazione culturale e allo studio della cultura classica, conducendolo più volte a Roma dove Palladio rimase colpito dall’architettura classica, da edifici come il Phanteon e il Foro Romano.
Proprio grazie allo studio degli edifici dell’antica Roma, negli anni successivi, Palladio ridisegnò il volto di Vicenza e della campagna veneta  con le numerose ville progettate per la nobiltà.
Tra le prime opere significative c’è la Villa di Gerolamo Godi (1537) a Lonedo di Lugo di Vicenza.

Villa Godi Malinverni

Ecco alcuni edifici più conosciuti basati su progetti e idee del Palladio:
La Basilica Palladiana a Vicenza

Basilica Palladiana

Villa Contarini a Piazzola sul Brenta

Villa Contarini

Villa Caldogno a Caldogno

Villa Caldogno

Villa Angarano a Bassano del Grappa

Villa Angarano

Palazzo Chiericati a Vicenza

Palazzo Chiericati

Villa Chiericati a Vancimuglio di Grumolo delle Abbadesse

Villa Chiericati da Porto Rigo

Villa Barbaro a Maser

Villa di Maser

Villa Foscari detta La Malcontenta a Malcontenta di Mira

Villa Foscari, prospetto anteriore

Villa Emo a Fanzolo di Vedelago

Villa Emo: Andrea Palladio a Fanzolo

Loggia del Capitanio per il Consiglio cittadino a Vicenza

Loggia del Capitano

Ponte degli Alpini a Bassano del Grappa

Ponte degli Alpini

… e i più rappresentativi :

Villa Almerico Capra detta “La Rotonda” a Vicenza

Villa Capra detta La Rotonda

Teatro Olimpico a Vicenza

Teatro Olimpico
Teatro Olimpico

Il suo successo raggiunse anche Venezia dove divenne architetto ufficiale della Repubblica nel 1570 progettando alcune delle chiese più celebri della città  dal Redentore a San Giorgio.
La vita di Palladio fu molto travagliata, degna di un romanzo, piena di incontri importanti.
Nell’aprile 1534 si sposò con Alegradonna, figlia del falegname Marco Antonio. Dal matrimonio nacquero, in anni non individuati, almeno cinque figli: Leonida, Marco Antonio, Orazio, Zenobia e Silla.
Morì nel 1580 a 72 anni, in condizioni economiche assai modeste, non si conosce il motivo del decesso, mentre il luogo della morte è stato individuato in Maser, località in cui l’architetto stava lavorando alla costruzione del Tempietto di Villa Barbaro.
Tra il 1994 e il 1996 vengono inserite nella lista Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO la città di Vicenza con i suoi 23 palazzi palladiani e 24 ville sparse nel Veneto … l’eredità del Palladio.

Chiesa del Santissimo Redentore
Chiesa di San Giorgio Maggiore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: